histats
Home - Archivio dei tag vignette

Archivio dei tag vignette

Putin, la CIA e i servizi segreti russi: arresti e misteri

In 3 sorsi – A fine gennaio è trapelata la notizia secondo cui quattro persone ricoprenti cariche importanti all’interno dei servizi segreti russi sarebbero state arrestate con l’accusa di aver passato informazioni riservate alla CIA. Un episodio ancora poco chiaro, ma che ha generato parecchio scalpore sia a livello mediatico che politico, facendo sorgere numerose domande sulle reali cause e sulle possibili conseguenze di tali arresti eccellenti

Leggi tutto »

Brexit e social media: dove abbiamo sbagliato

Le analisi delle conversazioni social nei giorni precedenti al referendum britannico sul Brexit hanno largamente previsto la vittoria del Leave sul Remain: è quindi giunto il momento di interrogarci se i social media siano oggi un luogo adatto all’attività politica non propagandistica. #WhatWeHaveDone si chiedono gli inglesi su Twitter in queste ore, due giorni dopo l’annuncio che il referendum su Brexit ha sancito in maniera inequivocabile il trionfo di “Leave” su “Remain”. Risultato scontato per alcuni, come se si chiedesse oggi ai tedeschi di votare “si” o “no” all’ingresso di nuovi immigrati dalla Siria o agli italiani se votare “si” o “no” al bail in, e che era stato largamente previsto da numerose ricerche indipendenti che hanno misurato le conversazioni relative a Brexit sui social media nelle settimane precedenti al voto. Pochi numeri, ma essenziali: sebbene secondo Talkwalker nelle ultime 24 ore del referendum il numero di hashtag associati a Remain avesse sorpassato di 10 punti percentuali quelli del Leave, è diventato presto evidente quanto questo recupero sia stato tardivo, rispetto al grande sforzo messo in atto sui social media dagli attivisti pro-Brexit nelle settimane precedenti il referendum. Una predominanza che emerge in primo luogo su Twitter, dove secondo una ricerca condotta da EuVisions nel periodo che va dal 4 aprile al 9 giugno 2016 ogni attivista pro-Brexit riconducibile all’UKIP (il partito di Nigel Farage, tra i principali sostenitori della campagna per il Leave) ha pubblicato in media 48 tweet, rispetto ai 18 degli attivisti Liberal e Tories, e agli 8,6 dei Labour. “Contenuti, slogan e hashtag a favore del Leave sono stati quelli più attivamente propagati e discussi – è la conclusione degli autori del report – a dimostrazione che anche piccoli gruppi organizzati e coordinati tra loro possono diventare decisivi, all’interno di dibattiti fortemente polarizzati”. Per fortuna o no, Twitter non …

Leggi tutto »

Egitto saudita: il ponte sul Mar Rosso e la monarchizzazione

Recentemente l’Arabia Saudita di Salman Bin ‘Abdel Aziz e l’Egitto di ‘Abd el-Fattah el-Sisi hanno espresso la volontà congiunta di riprendere i progetti circa la costruzione di un ponte che colleghi i rispettivi Stati. A rinvigorire ulteriormente l’ininterrotta partnership commerciale tra i due governanti, è intervenuta anche la concomitante cessione delle isole egiziane di Tiran e Sanafir all’Arabia Saudita.

Leggi tutto »

Da Delhi a Pechino: la svolta incerta del Nepal

La recente visita del Premier nepalese Oli in Cina sembra aver segnato una svolta significativa nelle relazioni tra Katmandu e Pechino, prospettando una stretta partnership politico-economica tra i due Paesi. A pagare il prezzo di tale intesa è soprattutto l’India di Narendra Modi, con cui il Nepal è in aperto conflitto da mesi per le pesanti ingerenze di New Delhi nella sua lunga e difficile crisi costituzionale. Ma la svolta filo-cinese di Katmandu resta fragile e incerta, anche a causa delle divisioni interne alla coalizione governativa di Oli.

Leggi tutto »

Kenya, il futuro hub dell’Africa orientale?

Tra i Paesi che più sono cresciuti economicamente negli ultimi anni troviamo il Kenya, che ha puntato tutto sulla costruzione di grandi infrastrutture. In generale, l’Africa orientale si trova a recitare una parte fondamentale per il futuro sviluppo africano. Lo scorso anno la regione ha registrato un’espansione del PIL del 5,6%, ben al di sopra della media continentale del 4,5%

Leggi tutto »