Home - Gli speciali - In 3 sorsi

In 3 sorsi

maggio, 2018

  • 22 maggio

    Gli investimenti di Pechino in Pakistan: guadagno o rischio?

    In 3 sorsi – Il Governo di Pechino ha guardato al Pakistan come grande alleato e aiuto all’interno del proprio progetto di Nuova Via della Seta (o Belt and Road Initiative), nonostante lo scetticismo di ambienti economici e politici internazionali. L’enorme mole di investimenti cinesi, sia in termini finanziari che di risorse, può sicuramente portare grande beneficio a Islamabad, ma potrebbe anche farle correre dei rischi pericolosi.

  • 22 maggio

    Verso il NAFTA 2.0? Il punto di vista degli USA

    In 3 sorsi – Da mesi sono in atto negoziati per la riforma del NAFTA. Trump cerca di ottenerne i più vantaggi possibili, anche minacciando di imporre dazi sui due partner storici.

  • 18 maggio

    ‘Day zero’: Città del Capo e la minaccia della crisi idrica

    In 3 sorsi – Città del Capo sta affrontando la più grave crisi idrica della sua storia. Nonostante l’impegno dei cittadini, il fatidico “Day zero”, il giorno in cui le scorte d’acqua scenderanno sotto la soglia critica, sembra avvicinarsi inesorabilmente e minaccia di sconvolgere completamente una delle metropoli più floride del continente

  • 17 maggio

    Paraguay, le nuove elezioni rappresentano una società molto divisa

    In 3 sorsi – Il piccolo Stato latinoamericano ha recentemente eletto il proprio Presidente. Il risultato, tuttavia, mostra in maniera ancor più tangibile i problemi sociali di una nazione che fa i conti con un passato estremamente ingombrante. 

  • 16 maggio

    Un nuovo Uzbekistan? Luci e ombre della presidenza Mirziyoyev

    In 3 sorsi – Dopo la sua elezione, giudicata irregolare dagli osservatori dell’OSCE, il nuovo presidente uzbeko Shavkat Mirziyoyev ha inaspettatamente iniziato ad attuare numerose riforme in campo politico, sociale ed economico per modernizzare il Paese. Lo sforzo rinnovatore, di cui sono ancora poco chiare le finalità ultime, deve però scontrarsi con la mancanza di sviluppo economico e di libertà politiche che da decenni caratterizzano la Repubblica centroasiatica. 

  • 15 maggio

    In Malesia ha vinto (a sorpresa) l’opposizione

    In 3 sorsi – Per la prima volta da 60 anni in Malesia ha vinto l’opposizione, guidata dal 92enne Mahathir Mohamad. Si apre una nuova fase storica per un Paese in cui la voglia di cambiamento sembra aver sconfitto gli scandali e la corruzione.

  • 10 maggio

    Cronache dall’Iraq: a un passo dalle elezioni

    In 3 sorsi – Le elezioni parlamentari in Iraq, le quarte dalla caduta di Saddam Hussein e le prime dopo la sconfitta di IS, si terranno il prossimo 12 maggio. Come procede la campagna elettorale? Come si stanno esprimendo gli esponenti delle numerose comunità religiose del Paese? Come si collocano gli attori esterni sullo scenario elettorale?

  • 9 maggio

    Il Kuwait tra petrolio e nucleare

    In 3 sorsi – Uno dei maggiori produttori di petrolio al mondo guarda al suo futuro anche in un’altra direzione: in Kuwait il nucleare potrebbe essere la prossima fonte energetica da affiancare all’oro nero

  • 4 maggio

    L’opposizione a Erdoğan è donna (e viene da destra)

    In 3 sorsi – Si oppone all’islamizzazione della società e alle misure autoritarie intraprese dal Governo del presidente Recep Tayyp Erdoğan: è Meral Akşener, che lo scorso ottobre ha fondato l’İyi Parti, il Buon partito, di orientamento nazionalistico, conservatore e laico, lanciando più di un’invettiva contro il ‘sultano’ di Istanbul. Questo soggetto politico può essere il nuovo catalizzatore delle opposizioni allo strapotere del Presidente.

  • 4 maggio

    Il ritorno della Gran Bretagna in Medio Oriente, la base navale di Mina Salman

    In 3 sorsi – Dopo 70 anni i sudditi di Sua Maestà tornano nel Golfo. E si inseriscono nel conflitto latente tra Iran e Arabia Saudita, all’interno di uno scenario sempre più complicato.