contatore visite gratuito
In evidenza
Home - Recensioni

Recensioni

Lo scopo del Caffè Geopolitico è sempre stato quello di soddisfare la curiosità dei suoi lettori in merito all’evoluzione degli scenari internazionali. Leggendo gli articoli del Caffè, in soli cinque-dieci minuti, si può avere un’idea su ciò che accade nel mondo. Per fare ciò, i nostri autori sintetizzano il lavoro di ricerca di giorni e settimane in poche righe, rendendole leggibili agilmente, come si addice a una pausa caffè.
Spesso, oltre ad appagare la voglia di conoscere dei nostri caffeinomani, stimoliamo ulteriormente il bisogno di approfondire.
Con questa nuova rubrica vi consigliamo, in sessanta secondi, le letture che un appassionato di geopolitica e di relazioni internazionali non deve perdersi!
Libri e saggi che potrebbero accompagnarvi durante un viaggio di lavoro o sotto l’ombrellone, raccomandati dai nostri autori.

Snowden: la guerra fredda digitale

Le recensioni del Caffé – Oliver Stone trasforma in film la vita di Edward Snowden, il whistle-blower più famoso della recente storia americana. Una scelta quasi obbligata per un regista abituato a polemizzare duramente con l’establishment politico di Washington sin dai tempi delle sue pluripremiate pellicole sulla guerra del Vietnam. A tratti piuttosto convenzionale, Snowden cattura comunque alla perfezione le paure collettive del nostro tempo, dominato da programmi di sorveglianza di massa, hackeraggi di Stato e intrighi cyber-spionistici

Leggi tutto »

White Sun: la controversa eredità dei maoisti del Nepal

Le recensioni del Caffè – Presentato all’ultima Mostra del cinema di Venezia, il film White Sun di Deepak Rauniyar esplora la pesante eredità umana e politica della guerriglia maoista in Nepal. Un’eredità visibile anche nelle tante contraddizioni della nuova carta costituzionale del Paese asiatico, approvata tra molte proteste nel settembre 2015

Leggi tutto »

The Road to Mandalay: amore e emigrazione nel Grande Mekong

Recensioni del Caffè – Presentato a Venezia lo scorso settembre, The Road to Mandalay racconta i tragici flussi migratori nel Sud-est asiatico attraverso un’intensa e coinvolgente storia d’amore. Al centro dell’attenzione del regista Midi Z c’è soprattutto la situazione del suo Paese d’origine, il Myanmar, afflitto da povertà endemica e gravi conflitti etnici

Leggi tutto »

La Rete: Kim Ki-duk e il dramma della Corea divisa

Le recensioni del Caffè – Ultima opera di Kim Ki-duk, La Rete esplora il dramma della divisione delle due Coree attraverso la grottesca e amara odissea di un pescatore nordcoreano finito per caso dall’altra parte del confine. Una storia semplice ma esemplare sui paradossi crudeli del lungo conflitto tra Pyongyang e Seul, ancora dominato dalle logiche della guerra fredda.

Leggi tutto »

The Salesman: uno sguardo alle contraddizioni dell’Iran contemporaneo

Le recensioni del Caffè – Diretto dal pluripremiato regista Asghar Farhadi, The Salesman ha il potere di tenere lo spettatore incollato allo schermo per 125 minuti, in bilico tra sensazione di claustrofobia, desiderio di giustizia e ambizione alla libertà. Tre caratteristiche che scandiscono la vita quotidiana di ogni iraniano

Leggi tutto »

The Journey: il lungo viaggio dell’Irlanda del Nord verso la pace

Presentato al Festival di Venezia, il film The Journey di Nick Hamm esplora il lungo e difficile processo di pace in Irlanda del Nord. E lo fa mettendo in scena il famoso e chiacchieratissimo viaggio dei leader rivali Ian Paisley e Martin McGuinness che portò alla nascita del primo Governo di coalizione tra cattolici e protestanti nella primavera del 2007.

Leggi tutto »

Barakah meets Barakah: amore e cinema in Arabia Saudita

Diretta da Mahmoud Sabbagh, la commedia Barakah meets Barakah è stata accolta con notevole interesse in Europa e incarna perfettamente l’attuale rinascita del cinema saudita dopo decenni di proibizioni e oscurantismo religioso. Tuttavia il film non osa sfidare la rigida censura delle autorità di Riyadh, rifugiandosi nella leggerezza comica e nella facile nostalgia del liberalismo culturale degli anni Settanta

Leggi tutto »

La Canzone perduta: i curdi esistono?

Le recensioni del Caffè – Soggetti alle misure repressive del Governo turco, i curdi lottano strenuamente per difendere la loro identità linguistica e culturale. Una lotta raccontata con commovente partecipazione dal regista Erol Mintas ne La Canzone Perduta, vincitore del Sarajevo Film Festival e uscito da poco nelle sale italiane

Leggi tutto »

Tuk Tuk: il cuore inquieto del Cairo

Le recensioni del Caffè – Sono passati cinque anni dalle proteste di Piazza Tahrir e dalla caduta di Hosni Mubarak, ma l’Egitto resta un Paese fortemente instabile, sia a livello politico che economico. A pagare il prezzo di tanta inquietudine sono milioni di egiziani, costretti a ricorrere a espedienti e lavori saltuari per sopravvivere. Li racconta magistralmente il film Tuk Tuk, primo lungometraggio del regista Romany Saad

Leggi tutto »