statistiche free
domenica 17 20 Novembre19
More

    Russia e CIS

    Non è facile parlare della Russia e degli altri Paesi post-sovietici, soprattutto di questi tempi. L’area dell’ex URSS continua infatti a essere poco studiata e poco capita in Occidente, favorendo la diffusione di idee sbagliate e l’adozione di politiche di corto respiro.

    Il Desk “Russia e CIS” (Commonwealth of Independent States) del Caffè Geopolitico mira a correggere tali errori di interpretazione fornendo uno sguardo senza pregiudizi sulla complessa e tormentata realtà dei vari Stati nati dalla dissoluzione della superpotenza sovietica nei primi anni Novanta. A partire proprio dalla Russia di Vladimir Putin, tornata prepotentemente alla ribalta internazionale dopo la discussa annessione della Crimea nel 2014. Ma senza tralasciare la Moldavia, l’Ucraina, i Paesi del Caucaso e le repubbliche dell’Asia centrale, tutti ancora alla ricerca di un difficile equilibrio dopo la caotica indipendenza di venticinque anni fa. Con una certezza: positivo o negativo che sia, Mosca è comunque destinata a giocare un ruolo di primo piano nelle vicende del suo “vicinato” regionale ancora per parecchio tempo.

    A cura di Simone Pelizza

    Le “zampe” globali dell’Orso russo

    Best of 2019 - Gli articoli da ricordare di questa prima parte dell'anno per il Desk Russia e Asia Centrale - Seconda...

    Mosca e i suoi vicini: un rapporto difficile

    Best of 2019 - Gli articoli da ricordare di questa prima parte dell'anno per il Desk Russia e Asia Centrale

    Un’eredità scomoda: la lingua russa in Asia centrale

    In 3 sorsi - L’indipendenza del 1991 lasciò i Paesi ex URSS in una condizione di forte instabilità, anche culturale. Gli effetti...

    Ucraina: Zelensky vince ancora

    Ristretto – Si sono svolte ieri in Ucraina le elezioni per il rinnovo della Verkhovna Rada, il Parlamento unicamerale del Paese. Come...

    Tbilisi scende in piazza (ma non solo contro la Russia)

    In 3 sorsi - Che le relazioni tra Georgia e Russia siano estremamente complesse non è un mistero e la nuova ondata...

    Petrolio contaminato: guai in vista per la Russia?

    In 3 sorsi - Il 24 aprile scorso la compagnia petrolifera Transneft ha interrotto i rifornimenti di greggio attraverso la pipeline Druzhba, che...

    Un asse Mosca-Riyadh nell’Artico?

    Analisi - L'area dell'Artico è l'eldorado delle ricchezze naturali e lo scenario di nuove alleanze geopolitiche, come dimostra l'importante accordo tra Riyadh...

    Kazakistan: cronaca di un’elezione scontata (e turbolenta)

    Ristretto – Come ampiamente previsto, Kassym-Jomart Tokayev ha vinto le elezioni presidenziali di ieri in Kazakistan, diventando ufficialmente il volto dell’era post-Nazarbayev.

    Zelensky: un Presidente “attore” tra Russia e Ucraina

    In 3 sorsi - Attore, candidato outsider, ora Presidente dell’Ucraina. Con lo schiacciante 73% ottenuto al ballottaggio contro Poroshenko, Volodymyr Zelensky sembra...

    Il Kirghizistan e la BRI: un ponte instabile verso Occidente

    In 3 sorsi - Dal punto di vista geografico il Kirghizistan può aprire per la Cina una rotta vantaggiosa verso gli idrocarburi...

    Ucraina: un trionfo elettorale per Zelensky

    Ristretto – Volodymyr Zelensky è il nuovo Presidente dell’Ucraina. L’ex comico televisivo ha infatti stravinto il ballotaggio di ieri contro Petro Poroshenko,...
    Campagna associativa 2019

    Scherziamo con le cose serie

    Campagna associativa 2019: non prendiamoci troppo sul serio... con le nostre "social cards"! Basta poco,...