histats
Home - Aree geografiche - Russia e CIS

Russia e CIS

Non è facile parlare della Russia e degli altri Paesi post-sovietici, soprattutto di questi tempi. L’area dell’ex URSS continua infatti a essere poco studiata e poco capita in Occidente, favorendo la diffusione di idee sbagliate e l’adozione di politiche di corto respiro.

Il Desk “Russia e CIS” (Commonwealth of Independent States) del Caffè Geopolitico mira a correggere tali errori di interpretazione fornendo uno sguardo senza pregiudizi sulla complessa e tormentata realtà dei vari Stati nati dalla dissoluzione della superpotenza sovietica nei primi anni Novanta. A partire proprio dalla Russia di Vladimir Putin, tornata prepotentemente alla ribalta internazionale dopo la discussa annessione della Crimea nel 2014. Ma senza tralasciare la Moldavia, l’Ucraina, i Paesi del Caucaso e le repubbliche dell’Asia centrale, tutti ancora alla ricerca di un difficile equilibrio dopo la caotica indipendenza di venticinque anni fa. Con una certezza: positivo o negativo che sia, Mosca è comunque destinata a giocare un ruolo di primo piano nelle vicende del suo “vicinato” regionale ancora per parecchio tempo.

A cura di Simone Pelizza

dicembre, 2017

  • 12 dicembre

    Viaggio in Kirghizistan: dilemmi e speranze di una fragile democrazia

    Sono passati sette anni dalla rivoluzione del 2010 e il Kirghizistan sembra essere profondamente cambiato rispetto al passato. Ma permagono dubbi sul futuro politico del Paese, mentre le conquiste democratiche post-rivoluzionarie sono sempre più fragili e insidiate dalle manovre autoritarie del Governo. In questo reportage esclusivo Christian Eccher ci racconta i dilemmi e le speranze della giovane repubblica centro-asiatica

  • 6 dicembre

    Ucraina: Saakashvili, Poroshenko e lo spettro di una nuova Maidan

    In 3 sorsi – Il tentato arresto di Mikheil Saakashvili in Ucraina è risultato in una pesante umiliazione pubblica per il Presidente Poroshenko. E ha messo a nudo le crescenti tensioni sociali e politiche nel Paese

  • 5 dicembre

    Serbia e Ucraina: il braccio di ferro continua

    Kiev accusa Belgrado di non agire abbastanza contro i foreign fighters serbi nel Donbass. I due Paesi richiamano temporaneamente i rispettivi ambasciatori e mostrano i muscoli: la tensione tra Serbia e Ucraina non accenna ad allentarsi.

novembre, 2017

  • 24 novembre

    UE e Asia Centrale: il vertice di Samarcanda

    Lo scorso 10 novembre si è tenuta a Samarcanda, in Uzbekistan, la tredicesima riunione tra Unione Europea e Ministri degli Esteri delle repubbliche dell’Asia Centrale. La città che l’UNESCO ha definito come “Crocevia delle culture” è stata lo scenario ideale per un incontro che ha cercato di fare il punto sullo stato delle relazioni tra Bruxelles e i Paesi della regione

  • 22 novembre

    Quo vadis, Nagorno-Karabakh? Storia di un’indipendenza nell’ombra

    Quale formula negoziale potrà porre fine al conflitto del Nagorno-Karabakh? E come attribuire all’Artsakh dignità di Stato riconosciuto? Se la riapertura del dialogo tra Armenia e Azerbaijan è foriera di sviluppi positivi ma non immediati, la Corte di Strasburgo si prepara invece a compiere i primi passi verso la qualificazione giuridica di uno dei tanti tasselli di instabilità post-sovietica

  • 7 novembre

    Il nuovo gas dell’Uzbekistan: le Special Economic Zones

    Una posizione nel cuore dell’Asia centrale, una discreta struttura industriale, un’alta densità di popolazione e un forte dinamismo economico rendono l’Uzbekistan un partner commerciale appetibile per grandi potenze come l’Unione Europea e la Cina.

  • 2 novembre

    Russia, Iran e Azerbaijan: vertice a tre a Teheran

    Ristretto – Ieri si è svolto a Teheran un importante vertice trilaterale tra Russia, Iran e Azerbaijan. All’evento erano presenti sia il Presidente russo Vladimir Putin che quello azero Ilham Aliyev, accolti in pompa magna dal loro corrispettivo iraniano Hassan Rouhani.

ottobre, 2017

  • 30 ottobre

    Russia – Arabia Saudita : un vertice storico

    Nella prima settimana di ottobre si è svolto uno storico summit tra Russia e Arabia Saudita. Nonostante l’ ex URSS fosse stato il primo Paese a riconoscere il neonato Stato saudita immediatamente dopo la sua fondazione negli anni ’30, è la prima visita di Stato di un regnante saudita in terra russa. Si è discusso di cooperazione economica, energetica, culturale e militare. Ma non solo

  • 26 ottobre

    Dal Turkmenistan alla Georgia, lungo le nuove frontiere del gas

    Energia, gasdotti transfrontalieri e progetti infrastrutturali che connettano il Turkmenistan all’Europa. Questi i principali accordi economici in corso di negoziato tra lo Stato centroasiatico, leader nella produzione mondiale di gas naturale, e la Georgia, storico anello di congiunzione tra Asia ed Europa. Ma diverse criticità sembrano adombrare ambizioni e obiettivi della politica energetica di Ashgabat

  • 18 ottobre

    EXPO Astana 2017: quale energia per il futuro del Kazakistan?

    Il 10 settembre si è conclusa l’esposizione internazionale dedicata al tema “Energia del futuro”. Ad Expo Astana 2017, tra grandi aspettative e profonde contraddizioni, si è discusso di energie rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, green economy e nuove tecnologie per assicurare una produzione energetica più sostenibile e di minore impatto sul pianeta