histats
Home - Aree geografiche - Russia e CIS

Russia e CIS

Non è facile parlare della Russia e degli altri Paesi post-sovietici, soprattutto di questi tempi. L’area dell’ex URSS continua infatti a essere poco studiata e poco capita in Occidente, favorendo la diffusione di idee sbagliate e l’adozione di politiche di corto respiro.

Il Desk “Russia e CIS” (Commonwealth of Independent States) del Caffè Geopolitico mira a correggere tali errori di interpretazione fornendo uno sguardo senza pregiudizi sulla complessa e tormentata realtà dei vari Stati nati dalla dissoluzione della superpotenza sovietica nei primi anni Novanta. A partire proprio dalla Russia di Vladimir Putin, tornata prepotentemente alla ribalta internazionale dopo la discussa annessione della Crimea nel 2014. Ma senza tralasciare la Moldavia, l’Ucraina, i Paesi del Caucaso e le repubbliche dell’Asia centrale, tutti ancora alla ricerca di un difficile equilibrio dopo la caotica indipendenza di venticinque anni fa. Con una certezza: positivo o negativo che sia, Mosca è comunque destinata a giocare un ruolo di primo piano nelle vicende del suo “vicinato” regionale ancora per parecchio tempo.

A cura di Simone Pelizza

ottobre, 2017

  • 18 ottobre

    EXPO Astana 2017: quale energia per il futuro del Kazakistan?

    Il 10 settembre si è conclusa l’esposizione internazionale dedicata al tema “Energia del futuro”. Ad Expo Astana 2017, tra grandi aspettative e profonde contraddizioni, si è discusso di energie rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, green economy e nuove tecnologie per assicurare una produzione energetica più sostenibile e di minore impatto sul pianeta

  • 16 ottobre

    Kirghizistan: la vittoria di Jeenbekov non dispiace all’Europa

    Ristretto – I primi risultati delle elezioni presidenziali in Kirghizistan segnalano una netta affermazione di Sooranbai Jeenbekov, candidato del Partito Social-Democratico (SDP), con il 55% dei voti. Il suo rivale Omurbek Babanov del Respublika Ata-Zhurt si è fermato invece al 34%, smentendo le previsioni pre-elettorali che vedevano un probabile ballottaggio tra lui e Jeenbekov per la presidenza

  • 11 ottobre

    Saakashvili di nuovo in Ucraina: estradizione o nuova ascesa politica?

    In 3 sorsi – Un coup de théâtre lo ha riportato in “patria e Mikheil Saakashvili è pronto a lottare per riottenere il suo posto nell’establishment ucraino. Ma il Presidente Poroshenko teme il suo appeal sulla folla e punta all’estradizione

  • 9 ottobre

    Russia – Ucraina: a che punto siamo nel Donbass?

    Il progetto quasi terminato del ponte sullo stretto di Kerch, un nuovo inviato speciale statunitense per gli affari ucraini, i piani del Cremlino per il Donbass anche in vista delle prossime elezioni presidenziali. Un rapido sguardo agli ultimi sviluppi della crisi ucraina

  • 4 ottobre

    Quel “beep” che cambiò il mondo: i 60 anni dallo Sputnik

    AstroCaffè – Oggi è il sessantesimo anniversario del lancio del primo satellite artificiale, lo Sputnik-1. Un evento che cambiò la Storia e diede il via alla corsa spaziale tra USA e URSS

  • 4 ottobre

    L’intesa tra Russia e Turchia alla prova dei fatti

    In 3 sorsi – Nei mesi scorsi il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha incontrato il suo omologo turco Mevlut Cavusoglu per discutere del memorandum d’intesa riguardante la Siria per l’attuazione delle quattro zone di sicurezza che dovranno interessare il Paese. Una rinnovata intesa che non si ferma a questioni geopolitiche ma che interessa anche gli armamenti, il turismo e il commercio. Con importanti ricadute in ambito NATO

settembre, 2017

  • 28 settembre

    Unità nella diversità: il dialogo tra Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa

    Divergenze teologiche e politiche hanno diviso la Chiesa cattolica d’occidente e la Chiesa ortodossa d’oriente per secoli. Oggi entrambe sono però protagoniste di un importante cammino di riconciliazione, testimoniato anche dal recente viaggio diplomatico del cardinale Parolin a Mosca

agosto, 2017

  • 25 agosto

    Da non perdere: best-of Russia e Asia Centrale

    #bestof2017 – Oggi ci spostiamo in Russia “e dintorni” e vi riproponiamo le nostre analisi più interessanti pubblicate nella prima metà dell’anno. Non solo Mosca e Putin in questa raccolta, ma anche le vicende di Ucraina – molto importanti per noi europei – e di paesi meno noti, ma dal grande valore geopolitico, come Uzbekistan e Turkmenistan

  • 22 agosto

    Antonov, il nuovo uomo di Mosca a Washington

    Ristretto – Anatoly Antonov è il nuovo ambasciatore della Russia negli Stati Uniti. È stato designato ieri da Vladimir Putin e si recherà presto a Washington per prendere il posto del suo predecessore Sergey Kislyak, balzato agli onori delle cronache per i suoi contatti poco limpidi con diversi membri dello staff di Donald Trump.

  • 3 agosto

    Kirghizistan: un fragile ponte fra Cina e Russia

    In 3 sorsi – Nello spazio geopolitico ex sovietico, il Kirghizistan rappresenta uno snodo cruciale sia per i contatti storici con la Russia che per i rapporti commerciali con la Cina. Quest’ultima sta investendo notevolmente in questo Paese dell’Asia centrale, nonostante i grossi problemi interni di Bishkek che rischiano di avere gravi ripercussioni per l’intera regione