contatore visite gratuito
In evidenza
Home - Aree geografiche - Europa (pagina 20)

Europa

gennaio, 2016

  • 4 gennaio

    La nuova Indipendenza della Lituania, un anno dopo

    Poco più di un anno fa, la nave Independence faceva il suo ingresso presso il porto di Klaipèda, portando con sé una ambiziosa visione del futuro nelle relazioni tra i Paesi baltici e la Russia. Perché una maggiore emancipazione dalla dipendenza dal gas russo possa avvenire, occorrerà una maggiore integrazione regionale, di cui la Lituania potrebbe assumere il ruolo di leader.   

dicembre, 2015

  • 23 dicembre

    Principia, lanciata la nuova missione spaziale europea

    In 3 sorsi – Il 15 dicembre 2015 alle ore 12.03 (CET) è stato effettuato dal cosmodromo di Baikonur (Kazakistan) in direzione dell’ISS l’ultimo lancio del vettore Soyuz programmato per il 2015. Timothy Peake, astronauta dell’Agenzia spaziale europea, è il primo cittadino britannico a entrare nell’Stazione spaziale internazionale (ISS) per avviare la missione Expedition 46. Scopriamo in tre sorsi chi compone il nuovo equipaggio e lo scopo della missione.

  • 21 dicembre

    Verso quale destino veleggia l’Unione Europea?

    In un periodo di crisi del Sistema Internazionale e delle sue istituzioni, l’Unione Europea non si mostra immune dal contagio. Movimenti, partiti e, di conseguenza, una parte dell’opinione pubblica si pongono in disaccordo verso l’idea stessa di Europa unita. Quali sono le principali situazioni di difficoltà per l’UE? Su quali temi viene sfidata? Quale futuro la attende?

  • 18 dicembre

    Bosnia: l’Islam in periferia

    Da Sarajevo – Rodolfo Toè è il corrispondente dalla Bosnia per Osservatorio Balcani e Caucaso, Balkan Insight, le Courrier des Balkans, ed è anche co-fondatore di  Rassegna Est. A Sarajevo da cinque anni, è un osservatore privilegiato per parlare delle scosse telluriche che agitano l’Islam bosniaco, in primis la sfida globale del terrorismo jihadista. Il Caffè Geopolitico lo ha intervistato.

  • 10 dicembre

    Il futuro di Schengen. Luci, ombre, riflessioni

    Gli attentati di Parigi hanno allargato una ferita esistente da tempo nel cuore nell’Unione Europea. Come fare a gestire le proprie frontiere, sempre più fragili, in risposta ai massicci cambiamenti dei flussi migratori e all’intensificarsi della minaccia alla sicurezza interna? Qual è il futuro di Schengen? Bisogna salvarlo, riformarlo, o sospenderlo?

  • 9 dicembre

    Quanto dista Pechino da Roma?

    VatiCaffè – Terzo appuntamento con la nostra rubrica sulla diplomazia della Santa Sede, che affronta il delicato tema dei rapporti tra il Vaticano e la Cina. Padre Bernardo Cervellera, direttore di AsiaNews.it, ci aiuta ad approfondirne i principali retroscena.

  • 8 dicembre

    La gestione dei profughi tra l’Unione Europea e i suoi membri

    I Quaderni del Caffè – Il Quaderno esamina le politiche degli Stati membri e dell’UE in risposta all’ulteriore aumento del numero di richieste d’asilo nell’Unione Europea (UE). L’aumento è parte di un trend che persiste negli ultimi tre anni. Le richieste sono passate da circa 335 mila nel 2012 a 626 mila nel 2014, ma con importanti distinguo

  • 7 dicembre

    Grexit scongiurata. E la crisi (2)?

    Alexis Tsipras ha ottenuto il “mandato forte” che aveva richiesto e, da poco più di due mesi, è in condizioni di controllare praticamente in solitaria la metà del parlamento. La Grecia ha continuato così a seguire il terzo piano di salvataggio, ma le difficoltà fin qui incontrate non sono state affatto delle inezie. Lascia inoltre qualche perplessità il totale silenzio del Fondo monetario internazionale nonostante sia ben nota l’assenza della sua firma sul piano che ha scongiurato la Grexit

  • 2 dicembre

    Se gli europei non credono nell’Europa, lo fa la Cina

    Il presidente Juncker ha proposto il Piano di Investimenti per l’Europa con l’obiettivo di risollevare la zona euro dalla lunga crisi economica e la fiducia degli investitori europei nel mercato europeo. I cinesi, interessati all’Europa per considerazioni geopolitiche ed economiche, hanno espresso la loro intenzione di investire, ma la struttura del Piano non soddisfa i piani di Pechino per l’Europa.

  • 2 dicembre

    Lo scandalo Volkswagen (3)

    L’Unione europea ha preso provvedimenti basati sulla logica del compromesso. Tuttavia i mercati mondiali e gli attori coinvolti hanno reagito in maniera forte agli ultimi sviluppi dello scandalo. Le conseguenze, anche inaspettate, hanno un peso sia nel breve che nel lungo periodo