histats
In evidenza
Home - Aree geografiche - Europa (pagina 20)

Europa

marzo, 2016

  • 15 marzo

    Le elezioni in Slovacchia

    In 3 sorsi– Sabato 5 marzo si sono tenute le elezioni politiche in Slovacchia, Paese membro dell’Eurozona e della NATO. I risultati hanno visto un’estrema frammentazione del voto (con annessa incertezza politica), l’indebolimento del partito al governo e l’ottimo risultato di un partito neonazista Advertisements

  • 14 marzo

    Destra e rifugiati al centro delle elezioni regionali tedesche

    In 3 sorsi – Il 13 marzo si è votato in tre Länder tedeschi. Il risultato di quello che era considerato un referendum per Frau Merkel e per la sua politica sui rifugiati non le è particolarmente favorevole

  • 11 marzo

    Le implicazioni del prezzo del petrolio tra Europa, Russia e Paesi OPEC

    In 3 sorsi – L’eccesso di offerta di petrolio è foriero di conseguenze a livello geopolitico. Una breve analisi delle implicazioni in tre scacchieri tra Europa, Russia e Paesi OPEC

  • 10 marzo

    L’ammodernamento delle Forze Armate polacche

    Miscela Strategica – La Polonia, ormai da alcuni anni, sta puntando a qualificarsi come uno degli interlocutori di punta nel panorama strategico internazionale. Uno dei Paesi europei più virtuosi in tema di gestione dei fondi strutturali e dei finanziamenti, la Polonia sta lavorando per fare il salto di qualità. Ambizione e orgoglio nazionale non mancano, soprattutto per quanto riguarda il delicato settore della difesa e della sicurezza nazionale. Vediamo se il complesso programma di ammodernamento della Forze Armate polacche sarà effettivamente sostenibile

  • 3 marzo

    L’HH-101 entra in servizio presso il 15° Stormo AM

    In 3 sorsi (MS) – Presentato lo scorso 19 giugno presso l’aeroporto di Cervia, sede del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare, l’elicottero HH-101 “Cesar” prodotto da Augusta Westland – dal dicembre 2015 Finmeccanica Helicopters – è ufficialmente entrato in servizio operativo il 25 febbraio scorso, con la consegna delle prime quattro unità delle quindici richieste dall’Aeronautica Militare

  • 1 marzo

    Le relazioni UE-Turchia tra rifugiati, aiuti e libera circolazione

    I rapporti UE-Turchia si stanno evolvendo alla luce della crisi dei rifugiati siriani. Infatti, sembra che proprio la posizione cruciale della Turchia come ponte tra il Medio-Oriente e l’Europa abbia spinto l’Unione Europea, incapace gestire i flussi migratori da sola, ad alimentare un maggiore appoggio da parte di Ankara nella logistica della crisi attraverso un oneroso piano economico di aiuti e un accesso facilitato all’area Schengen

febbraio, 2016

  • 26 febbraio

    Il Montenegro e l’Occidente: scenari futuri

    Dal referendum per l’indipendenza nel 2006, il Montenegro si è avvicinato in modo rapidissimo al sistema atlantico, con negoziati avviati con UE e NATO: un orientamento strategico che sottrae ulteriore terreno d’influenza alla Russia di Putin. E come spesso accade, porre l’accento sulle dinamiche culturali ci aiuta ad approfondire la complessità delle relazioni diplomatiche condotte da questo piccolo Stato affacciato sull’Adriatico meridionale.

  • 25 febbraio

    Inefficienza velivoli: i casi Francia, Germania e Regno Unito

    Miscela Strategica – La volontà politica di contrastare lo Stato islamico in “Siraq” – e forse, prossimamente, anche in Libia – si scontra con un’altra scelta, sempre politica, il taglio delle spese destinate al settore difesa. È così che anche Paesi come Francia, Germania e Gran Bretagna si ritrovano a dover operare in teatro con mezzi solo parzialmente efficienti e in numero inadeguato

  • 24 febbraio

    Sfruttamento degli asteroidi: si muove il Lussemburgo

    AstroCaffè – Le risorse spaziali potrebbero essere oggetto di sfruttamento in un futuro non molto lontano. Il Lussemburgo ha deciso di investire nel settore, offrendo facilitazioni alle aziende. Tuttavia, ci sono diverse problematiche circa l’avvio di queste attività

  • 24 febbraio

    Brexit, a vantaggio di chi?

    In 3 sorsi – Il 2015 ha rappresentato uno degli anni più complessi per il progetto europeo. Le quattro richieste del Premier David Cameron cercano la negoziazione di punti chiave nel percorso verso il referendum. La domanda che c’è da porsi, a questo punto, é se questi sviluppi siano davvero negativi per l’interesse dell’Unione.