histats
Home - Federico Giovanni Sala

Federico Giovanni Sala

Federico Giovanni Sala

Studente di Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Milano. Laurea triennale in Lingue Orientali all’Università di Bergamo dove ho studiato Giapponese. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda l’oriente, in particolar modo la geopolitica e la cultura. Amo studiare le lingue e poterle utilizzare in ciò che faccio. Da sempre ho osservato da lontano l’Asia Orientale, per poi andare a vivere in Giappone per un breve periodo. L’America Latina è un’altra mia zona di interesse e ciò mi ha portato a studiare anche lo Spagnolo ed il Portoghese. Mi piace condividere quello che so con gli altri, sperando di farli appassionare a ciò che suscita il mio interesse.

ottobre, 2017

  • 17 ottobre

    Il tesoro di Kim: come funziona l’economia nordcoreana

    Dal 2006 sono state adottate di continuo sanzioni che colpiscono la fragile economia nordcoreana. Molte di queste hanno sortito degli effetti ma, grazie alla Cina e ai partner commerciali illegali di Pyongyang, la situazione non appare eccessivamente tragica per il regime di Kim Jong-un. La corruzione e il contrabbando aiutano infatti l’economia del Paese a rimanere a galla

luglio, 2017

  • 17 luglio

    Missione impossibile? Moon e la riconciliazione con Pyongyang

    Il Presidente sudcoreano Moon, durante la campagna elettorale e appena dopo la sua elezione, ha cercato di muovere dei passi in avanti nel processo di normalizzazione con la Corea del Nord. Il regime di Pyongyang non sembra però voler muoversi nella stessa direzione e affossa le iniziative con nuovi e ripetuti test missilistici

giugno, 2017

  • 16 giugno

    Il Giappone e la crisi nucleare nordcoreana

    In 3 sorsi – La posizione del Giappone nei confronti della Corea del Nord sembra non cambiare nel tempo, nonostante gli scarsi risultati ottenuti. Sia il ricorso alla diplomazia che quello a un maggior impegno militare nella regione non riescono infatti a bloccare il programma nucleare nordcoreano, che continua a minacciare direttamente la sicurezza di Tokyo