Puoi leggerlo in 2 min.

Restyling totale: il Caffè si tira a lucido. Vediamo tutte le novità e le prospettive del sito completamente rifatto. Solo lo stile rimane immutato: raccontare il mondo in maniera professionale e, nello stesso tempo, accessibile a tutti

CAMBIO LOOK – È stata dura, ma ci siamo. Questa versione completamente rinnovata del nostro sito è costata parecchio lavoro, anche a costo di qualche rallentamento negli aggiornamenti nelle ultime settimane, ma finalmente eccoci qui. Ora il Caffè lascia la sua versione da “giovane grande blog”, e vuole diventare maggiormente professionale, con un sito che si riconduce a quello delle testate giornalistiche. Non tutto quello che trovate oggi è perfetto: ci sono dettagli da limare e perfezionare, e altre sorprese arriveranno a breve. Ma già ora potete trovare diverse novità rilevanti.  

NOVITA' – Tra i diversi valori aggiunti di questo nuovo sito, vi segnaliamo la maggior fruibilità dell’archivio (sistema di ricerca, analisi divise non solo tra “Caffè lungo” e “Caffè espresso” ma anche per regioni del mondo, sezione rubriche), le notizie Ansa esteri che scorrono in home page, la possibilità di ascoltare i podcast di tutte le puntate della nostra trasmissione su BMRadio (che da oggi potete seguire direttamente dalla nostra home page), e di “postare” direttamente i contenuti del sito sui social network.  

DA QUI IN POI – Per il Caffè dunque una crescita rilevante, ma è solo una “vittoria di tappa”. Da qui in avanti, anche grazie all’utilizzo di altre tecnologie (i video su tutti: nella sezione “in rilievo” trovare un primo nostro spot), vogliamo tentare di crescere sempre più in quello che è un vero e proprio servizio: poter raccontare – con uno stile immediato e comprensibile a tutti – quanto accade nel mondo, convinti che quanto accade attorno a noi ci riguarda sempre da vicino. Cambia il sito, cambia il logo che vedete qui sopra, non cambia lo stile.

blank

PERCHE' LO SLOGAN - Lanciamo oggi il nostro slogan “Un mondo di chicchi, un mondo di idee. Il mondo di chicchi lo trovate in home page. Sembrerà all’inizio un “mondo alla rovescia”: è in realtà il primo messaggio che vogliamo lanciare col nuovo sito, e che approfondiremo in una serie di analisi. L’Europa è ancora al centro, è ancora “ombelico del mondo”? Evidentemente no. Anzi, il rischio concreto è che si ritrovi ad un’estremità dell’asse geopolitico che si sta oggi imponendo. Il rapporto controverso e imprescindibile Usa-Cina appare destinato ad occupare un ruolo da protagonista nella scena geopolitica già nel breve-medio termine. Proprio questo abbiamo tentato di raccontare col primo evento pubblico dello scorso 23 febbraio, quando abbiamo presentato a Milano il libro “Repubblica ImPopolare Cinese” del giornalista del Corriere della Sera Fabio Cavalera. Ecco, dunque, il nostro mondo pacifico centrico. Un mondo di chicchi, e un mondo di idee: perché sono tante le lampadine che abbiamo accese per provare a raggiungere i nostri obiettivi (leggetevi la nostra mission e la nostra vision), e riuscire a fare del Caffè uno strumento sempre più utile nel raccontare, in maniera semplice ma professionale, quanto accade nel mondo. E allora, da qui (ri)partiamo, con la speranza e la convinzione che sia solo l'inzio. Buon Caffè a tutti. 

Alberto Rossi

Print Friendly, PDF & Email
Alberto Rossi

Classe 1984, laureato nel 2009 in Scienze delle Relazioni Internazionali e dell’Integrazione Europea all’Università Cattolica di Milano (Facoltà di Scienze Politiche). La mia tesi sulla Seconda Intifada è stata svolta “sul campo” tra Israele e Territori Palestinesi vivendo a Gerusalemme, città in cui sono stato più volte, che porto nel cuore e in cui andrei domani a vivere (e sì, sembra assurdo, ma anche mia moglie Cristina verrebbe di corsa con me. Nostra figlia Anita invece, nata a maggio 2015, ancora non ci ha detto cosa ne pensa). Vivo a Milano, dopo 28 anni di Brianza, e sono Responsabile Marketing della Fondazione Italia Cina e analista del CeSIF (Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia Cina). Tra le mie passioni, il calcio (portiere, allenatore, tifoso), la politica, i libri di Giovannino Guareschi, i giochi di magia, il teatro, la radio. Già, la radio: nel 2009 conducevo un programma di esteri su Bmradio.it, e con alcuni amici/colleghi appassionati di geopolitica e relazioni internazionali ci siamo detti: la radio non basta, dovremmo inventarci qualcosa di più per parlarne… Ecco, Il Caffè Geopolitico, di cui sono Presidente, è nato più o meno così.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci il tuo nome