Puoi leggerlo in 1 min.

La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

Buon giovedì e buona festa delle donne! Ecco qui la nostra rassegna stampa quotidiana con i migliori pezzi segnalati dai nostri coordinatori.

RUSSIA E CIS

Quali sono i rischi e le opportunità di un’eventuale missione di pace ONU nel Donbass? Ce lo spiega l’International Crisis Group.

AFRICA

Inaugura il 15 marzo a Milano la mostra AfricaAfrica che racconta i cambiamenti del continente attraverso design, musica, cinema e fotografia. Il progetto è promosso dal Festival del Cinema Africano, dell’Asia e dell’America Latina. Potete leggere di più sul loro sito. 

NORD AMERICA

Quando era Presidente George Bush Jr., i dazi fallirono lo scopo. Da Politico

EUROPA

The New Yorker indaga le ragioni alla base del voto di protesta italiano, che ha sconvolto la politica del bel Paese e preoccupato l’Unione Europea.

ASIA

Una lunga intervista a Regina Paulose, esperta internazionale di diritti umani, sulla persecuzione dei Rohingya in Myanmar. Da History News Network.

AMBIENTE

I leaders, o per lo meno alcuni, dell’America Latina hanno perfezionato un accordo internazionale per proteggere gli ambientalisti, troppo spesso finiti male dal Messico in giù. È stato siglato lo scorso fine settimana a San José de Costarica come racconta El Espectador.

AMERICA LATINA

La Colombia, o quanto meno una parte di essa, è preoccupata per le proposte politiche di Gustavo Petro, ex sindaco di Bogotà e candidato alla presidenza nazionale. Egli è visto come un sostenitore ed emulo del chavismo. Il racconto di Publimetro.

A cura di Emiliano Battisti

Un chicco in più

Le altre rassegne del Caffè

Foto di copertina di tkachukphoto Licenza: Attribution-NoDerivs License

Redazione

Il Caffè Geopolitico è un’Associazione Culturale, le cui attività si sviluppano prevalentemente attraverso questa Rivista online, che raccoglie i contributi di quanti amano studiare, analizzare e comunicare i fatti delle relazioni internazionali e i temi della geopolitica ad essi connessi.
La Rivista è interamente sviluppata in rete, grazie al contributo e al supporto di soci e simpatizzanti in Italia e nel mondo, la maggioranza dei quali è composta da giovani professionisti e studenti universitari.
Infatti, i nostri soci e i nostri autori si scambiano informazioni e lavorano attraverso la rete internet, creando un network di connessioni molto diffuso e capace di stimolare la ricerca e lo scambio di conoscenze su una grande molteplicità di temi e aree geografiche.