Puoi leggerlo in 1 min.

La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

Buon venerdì! Ecco qui la nostra rassegna stampa quotidiana con i migliori pezzi segnalati dai nostri coordinatori.

ASIA

In visita nel Sichuan, il Presidente Xi Jinping ha rilevato le difficoltà della Cina nell’affrontare il problema povertà. Da China Xinhua News.

NORD AMERICA

Gli Stati Uniti temono che la PESCO possa diventare un blocco protezionista nel campo delle forniture militari. Ne parla Defense News.

RUSSIA E CIS

Non ci sono solo le fake news russe sull’Occidente, ma anche quelle occidentali sulla Russia. Qualche riflessione pungente di The Intercept sull’argomento dopo il caso del Ministro olandese Zijlstra, costretto a dimettersi per aver mentito su un “sinistro” incontro con Putin nel 2006.

AFRICA

La Costa d’Avorio lancia il progetto African Women Leaders Network, a sostegno dei progetti di imprenditoria femminile, soprattutto nelle aree rurali del Paese. Da UN Women.

EUROPA

Project Syndacate, in vista della Conferenza di Monaco, ospita un’opinione dell’ex premier svedese Carl Bildt sul futuro della politica estera e di sicurezza dell’Unione Europea.

AMERICA LATINA

O Dìa parla dell’ultima stima Onum sul Veenzuela: pare che almeno un milione di persone lo abbiano dovuto abbandonare a causa della crisi umanitaria.

AMBIENTE

El Diario racconta della perdita di biodiversità, soprattutto di oranghi, che si verifica in Malesia a causa della coltivazione della palma da olio, sempre più usato nell’industria alimentare.

A cura di Alberto Assouad

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

Le altre rassegne del Caffè

[/box]

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

Il Caffè Geopolitico è un’Associazione Culturale, le cui attività si sviluppano prevalentemente attraverso questa Rivista online, che raccoglie i contributi di quanti amano studiare, analizzare e comunicare i fatti delle relazioni internazionali e i temi della geopolitica ad essi connessi.
La Rivista è interamente sviluppata in rete, grazie al contributo e al supporto di soci e simpatizzanti in Italia e nel mondo, la maggioranza dei quali è composta da giovani professionisti e studenti universitari.
Infatti, i nostri soci e i nostri autori si scambiano informazioni e lavorano attraverso la rete internet, creando un network di connessioni molto diffuso e capace di stimolare la ricerca e lo scambio di conoscenze su una grande molteplicità di temi e aree geografiche.