Puoi leggerlo in 1 min.

RistrettoIn Germania CDU-CSU e SPD hanno trovato l’accordo per il nuovo governo di grande coalizione. Un altro passo verso la formazione del nuovo esecutivo tedesco, che potrebbe insediarsi già prima di Pasqua.

La CDUCSU di Angela Merkel e la SPD di Martin Schulz hanno siglato un accordo per governare il Paese fino al 2021. Nella nuova grande coalizione i socialdemocratici avranno tre ministeri chiave: Esteri, Finanze e Lavoro. Alla CDU, oltre ovviamente alla cancelleria, andranno Economia e Difesa e alla CSU gli Interni. Il socialdemocratico Schulz potrebbe andare agli Esteri (ma la cosa non è sicura: in campagna elettorale aveva promesso che non avrebbe mai fatto parte di un Governo Merkel), mentre il leader della CSU Horst Seehofer andrà agli Interni. Il blocco conservatore è stato costretto a dolorose concessioni dopo dure trattative. L’intesa, arrivata a oltre quattro mesi dalle elezioni tedesche del 2017, è destinata a rassicurare i partner internazionali di Berlino, primo tra tutti il Presidente francese Emmanuel Macron. L’accordo dovrà essere completato (mancano ancora alcuni dettagli), per poi essere sottoposto a referendum degli iscritti socialdemocratici, probabilmente a inizio marzo. Nel caso in cui l’accordo fosse approvato, il nuovo Governo potrebbe insediarsi già prima di Pasqua.

Davide Lorenzini

Foto di copertina di michael.berlin Licenza: Attribution-ShareAlike License

Foto di copertina di Michael Fötsch Licenza: Attribution-ShareAlike License

Davide Lorenzini

Sono nato nel 1997 a Milano, dove studio Giurisprudenza all’Università degli Studi. Sono appassionato di politica internazionale, sebbene non sia il mio originario campo di studi (ma sto cercando di rimediare), e ho ottenuto il diploma di Affari Europei all’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) di Milano. Nel Caffè, al cui progetto ho aderito nel 2016, sono co-coordinatore della sezione Europa, che rimane il mio principale campo di interessi, anche se mi piace spaziare.