Puoi leggerlo in 1 min.

La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

Buon mercoledì! Ecco qui la nostra rassegna stampa quotidiana con i migliori pezzi segnalati dai nostri coordinatori.

ASIA

La Turchia di Erdogan è sempre più protagonista in Asia, anche nel competitivo settore degli armamenti. Diversi Paesi della regione hanno infatti firmato importanti contratti militari con Ankara nei mesi scorsi e altri si apprestano a fare lo stesso nel prossimo futuro. Da Nikkei Asian Review.

NORD AMERICA

Nonostante tutte le voci, il Segretario di Stato USA Rex Tillerson rimane saldo al suo posto. Da Politico

AMERICA LATINA

Panama è stata tolta dalla lista nera dei paradisi fiscali dall’UE. L’istruttoria è stata breve e ciò è avvenuto in tempo record. L’analisi completa su La Prensa.

EUROPA

Foreign Policy ci spiega i dilemmi che lacerano la socialdemocrazia tedesca su un tema oggi sempre più rilevante: la questione identitaria.

RUSSIA E CIS

Il sociologo Evgeny Shtorn racconta il grottesco tentativo dell’FSB di reclutarlo come informatore nel dicembre scorso. Uno spaccato intrigante (e inquietante) della Russia putiniana e dei suoi servizi di sicurezza. Da The Russian Reader.

AFRICA

Più di 200 giorni sono passati dal rapimento di 39 ragazze a Nguelewa, in Niger, nella regione del lago Ciad. Su Twitter è partito un hashtag per sensibilizzare la comunità internazionale, come era avvenuto per il rapimento di Chibok. Via RFI. 

AMBIENTE

El Pais racconta del progetto Achipàmpanos a Madrid. Si tratta della creazione di un circuito di orti verticali cittadini per produrre cibo direttamente dentro ai ristoranti e rendere green angoli che normalmente non potrebbero esserlo.

A cura di Alberto Assouad

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più

Le altre rassegne del Caffè

[/box]

Foto di copertina di theglobalpanorama Licenza: Attribution-ShareAlike License

Print Friendly, PDF & Email
Alberto Assouad

Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.