Puoi leggerlo in 1 min.

La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione

Buon venerdì! Ecco qui la nostra rassegna stampa quotidiana con i migliori pezzi segnalati dai nostri coordinatori.

AMBIENTE

Project – Syndicate lancia una seria riflessione: anziché continuare a bandirne l’uso o a tassarlo al punto da renderlo antieconomico, si potrebbe cambiare prospettiva e migliorare la qualità delle plastiche usate comunemente.

EUROPA

Il Wall Street Journal ci spiega come la NATO in Europa abbia soprattutto un problema di logistica.

RUSSIA E CIS

Il finanziere Bill Browder ha costruito una fortunata carriera pubblica come oppositore di Vladimir Putin. Ma il personaggio non è privo di ombre e la sua versione dei fatti su molte cose è stata accettata dalle autorità americane senza una reale analisi critica. Da New Republic.

NORD AMERICA

Documento sensibile (ma non secretato) proveniente dagli uffici di Tillerson. Una nota che spiega come realismo e idealismo siano in continua tensione nella storia USA e, dunque, come fare per strutturare una politica estera che tenga conto di tutti e due i fattori. Il documento è interessante anche perché mostra la continuità sul tema tra l’amministrazione Trump e le precedenti. Da Politico.

AMERICA LATINA

O Globo illustra gli effetti benefici del calo dell’indice dei prezzi al consumo sull’economia, vero e forse unico stimolo all’economia degli ultimi anni in Brasile.

ASIA

La BBC riferisce con quali modalità Apple sta adempiendo a quanto previsto dalla normativa sulla cyber security cinese…essere o avere? business o principi democratici?…

AFRICA

Da allafrica: il nuovo governo del Somaliland ha approvato la prima legge antistupro nel Paese. Fino a 30 anni di prigione per i colpevoli.

 

A cura di Alberto Assouad

Un chicco in più

Le altre rassegne del Caffè

Foto di copertina di Kris Krug Licenza: Attribution-ShareAlike License

Alberto Assouad

Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.