Puoi leggerlo in 1 min.
La rassegna del Caffè – La rassegna giornaliera con i consigli della nostra redazione Buon inizio settimana a tutti! Anche oggi puntuali come sempre con una breve lista delle migliori letture consigliate dalla nostra redazione.
NORD AMERICA
Gli Stati Uniti stanno provando a forzare la NATO nel prendere una posizione contro la violazione russa del trattato INF. Per ora, però, non tutti i partner europei vogliono prendere tale decisione (Germania in testa). Per Der Spiegel.
EUROPA
Politico Europe descrive le estenuanti giornate di negoziato che hanno preceduto l’accordo su Brexit raggiunto venerdì da UE e Regno Unito.
ASIA
Il problema dell’inquinamento atmosferico a New Delhi  è sempre più grave. The Conversation ritiene che solo misure drastiche possano proteggere la salute degli abitanti della capitale indiana.
RUSSIA E CIS
Quale futuro per Mikheil Saakashvili dopo i recenti eventi ucraini? Balkanist lo ha chiesto via Twitter ai suoi lettori. Le risposte sono spesso esilaranti e non nascondono un pizzico di malizia nei confronti del personaggio e delle sue numerose “giravolte” politiche. 
AMERICA LATINA
Hernàn Bedoya, attivista per i diritti dei campesionos, è stato assassinato in Colombia; a compiere l’agguato sarebbero state delle milizie paramilitari. Ce ne parla El Tiempo.
AFRICA
Dal Washington post aggiornamenti sul Kenya: il tribunale generale di Nairobi ha dichiarato che la scelta dell’opposizione, vicina a Raila Odinga, di celebrare la cerimonia di giuramento del loro beneamato in aperto contrasto con i risultati delle ultime elezioni – che hanno sancito il trionfo di Kenyatta – rasenta il tradimento.
AMBIENTE
Pùblico ci racconta come vanno le cose in uno dei luoghi più visitati d’Europa, le Azzorre. E di come far diventare il trekking nell’arcipelago patrimonio del mondo.

A cura di Alberto Assouad

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]Un chicco in più Le altre rassegne del caffè [/box]   Foto di copertina di Utenriksdept Licenza: Attribution-NoDerivs License
Print Friendly, PDF & Email
Alberto Assouad

Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.