Puoi leggerlo in 1 min.

La rassegna del Caffè 100% Arabica Speciale Medio Oriente

Abdicare o non Abdicare, questo è il problema.

Il Re Salman d’Arabia Saudita non ha ancora formalmente abdicato anche se la mossa politica sembra imminente. Non tutti sono però d’accordo su questa direzione, ce lo racconta Bloomberg.

Embed from Getty Images

Quanto manca alla pensione del re?

L’Arabia Saudita è in una fase di iperattivismo diplomatico. Il conflitto arabo-israeliano sembra essere un tassello di un mosaico più vasto. Ne parla il Times di Israele.

Il triangolo no… – Mohammed bin Salman, principe ereditario saudita, Jared Kushner, genero di Donald Trump e Benjamin “Bibi” Netanyahu, primo ministro israeliano: cosa stanno tramando i tre? Pessime notizie per l’Iran, comunque. Il contributo di Foreign Policy.

Il nemico del mio nemico… – In risposta alla crescita dell’influenza iraniana nell’area Israele sarebbe pronto a condividere informazioni di intelligence con l’Arabia Saudita. Il Regno arabo non intrattiene rapporti diplomatici con Israele ma ultimamente si è sempre più avvicinato allo Stato ebraico. Ne parla il Times di Israele.

L’Iran è in Siria per restare. Il timore espresso dal primo ministro israeliano Netanyahu sulla possibile creazione di basi militari iraniane permanenti nel Paese potrebbe essere prossimo ad avverarsi. Ecco alcune foto satellitari mostrate dalla BBC.

La marcia nazionalista polacca di sabato 11 novembre ha avuto echi anche in Israele, dove ha riaperto una vecchia ferita, come descritto da Maya Vinokour di Ha’aretz.

Infine chiudiamo questa settimana con questo impressionante reportage della CNN sui migranti venduti come schiavi in Libia.

A cura di Alberto Assouad

 

Alberto Assouad

Nato a Roma nel 1993 ma vivo a Milano da sempre. Mio padre è un romano acquisito ma nato a Aleppo. Sarà a causa di questa eredità siriana che oggi mi interesso particolarmente di studi mediorientali e terrorismo. Ho una personalità particolarmente ossessiva che nel tempo mi ha portato ad approfondire e dedicarmi a materie e attività estremamente diverse tra loro. Sono laureato in Architettura al Politecnico di Milano ma in questo momento sto concludendo un master in Relazioni Internazionali e tra poco incomincerò la magistrale di Politiche Europee ed Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho un oscuro passato da cinefilo accanito, particolarmente attento al cinema etnografico e documentaristico, mentre una delle mie più grandi passioni attuali è la fotografia, meglio se analogica. Sono anche un giocoliere! Il filo rosso che in qualche modo collega da sempre tutti i miei interessi è il viaggio: a fatica riesco a rimanere fermo a Milano per più di un mese di fila. Non è difficile capire perché Hemingway sia il mio scrittore preferito.