Puoi leggerlo in 1 min.

RistrettoPubblicato lo Strategic Forecast Analysis 2017 Report del NATO Allied Command Transformation, una panoramica dei principali trend da qui al 2035
Oggi il NATO Allied Command Transformation (NATO ACT, il comando della NATO deputato a studiare e sviluppare come la NATO deve evolvere nel tempo per affrontare le sfide future) ha pubblicato il suo biennale Strategic Forecast Analysis (2017 Report), un documento che descrive come l’Alleanza Atlantica e i suoi partner (accademia, centri studi, think tank, agenzie governative…) vedono l’evolversi dei maggiori trend politici, demografici, tecnologici, ambientali, di urbanizzazione,… nei prossimi 20 anni. Leggere anche solo l’Executive Summary o le tabelle riassuntive dell’Annex finale consente di avere una rapida panoramica dei principali trend attesi e in corso.
Va tenuto presente che il focus degli argomenti è relativo agli effetti dei vari trend sulle dinamiche politiche, militari e di sicurezza: in fondo si tratta del punto di vista di un organo di natura militare. Pertanto non è detto si concordi con tutte le conclusioni raggiunte: è comunque un modo per essere consapevoli di tali fenomeni – soprattutto perché spesso poco raccontati dai media in maniera così aggregata.

Lorenzo Nannetti

Foto di copertina di Chairman of the Joint Chiefs of Staff Licenza: Attribution License

Lorenzo Nannetti

Nato a Bologna nel 1979, appassionato di storia militare e wargames fin da bambino, scrivo di Medio Oriente, Migrazioni, NATO, Affari Militari e Sicurezza Energetica per il Caffè Geopolitico, dove sono Senior Analyst e Responsabile Scientifico, cercando di spiegare che non si tratta solo di giocare con i soldatini. E dire che mi interesso pure di risoluzione dei conflitti… Per questo ho collaborato per oltre 6 anni con Wikistrat, network di analisti internazionali impegnato a svolgere simulazioni di geopolitica e relazioni internazionali per governi esteri, nella speranza prima o poi imparino a gestire meglio quello che succede nel mondo. Ora lo faccio anche col Caffè dove, oltre ai miei articoli, curo attività di formazione, conferenze e workshop su questi stessi temi.