Puoi leggerlo in 1 min.

I libri del Caffè – Non tutti sanno che prima degli jihadisti di Al Qaeda e i tagliagole dell’Isis che continuano a terrorizzare l’occidente, l’Italia conobbe negli anni Settanta e Ottanta il fondamentalismo islamico

[box type=”shadow” align=”alignright” class=”” width=””][/box]
Quaranta anni fa questo terrorismo sconosciuto ai più e molto violento era costituito da movimenti che, non trovando riconoscimento e legittimazione nel proprio Paese, scelsero di colpire le nostre città e in particolare la Roma degli anni di piombo, palcoscenico di grande impatto mediatico. Iraniani, giordani, siriani, palestinesi, libanesi, iracheni, armeni, libici e cellule dormienti, organizzazioni terroristiche del vicino oriente che lasciarono sul terreno 36 morti e oltre 200 feriti e che dichiararono guerra al nostro Paese diventato, di fatto, “Terra di nessuno”.

Un’escalation di terrore, un fenomeno che letto alla luce di un decennio attraversato dai grandi avvenimenti come il rapimento e l’assassinio di Aldo Moro, passando per la tragedia del DC9 dell’Itavia e la strage di Bologna, fino ad arrivare al sequestro dell’Achille Lauro e all’attentato all’aeroporto di Fiumicino, apre uno scenario inquietante e inedito ancora non del tutto analizzato.

Per saperne di più, potete leggere l’approfondimento di Elisa Pinna sul sito dell’Ansa, e un video di presentazione completo di interviste:

La Redazione

[box type=”shadow” align=”aligncenter” class=”” width=””]L’autore

Salvatore Lordi è laureato in lettere moderne all’Università di Roma “La Sapienza”. Ha lavorato per “Il Gazzettino” di Venezia, le news di “Radio Monte Carlo” e “Correva L’Anno” per RAI 3. Attualmente lavora per il giornale radio di “Radio Dimensione Suono”. Osservatore delle vicende mediorientali ha pubblicato: Quella Striscia di Pace in Terrasanta (Koinè, 2004); Betlemme Assediata, i protagonisti raccontano (R&DT edizioni, 2007); Fiumicino 17 dicembre 1973 – La Strage di Settembre nero (Rubbettino, 2010).[/box]

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

Il Caffè Geopolitico è un’Associazione Culturale, le cui attività si sviluppano prevalentemente attraverso questa Rivista online, che raccoglie i contributi di quanti amano studiare, analizzare e comunicare i fatti delle relazioni internazionali e i temi della geopolitica ad essi connessi.
La Rivista è interamente sviluppata in rete, grazie al contributo e al supporto di soci e simpatizzanti in Italia e nel mondo, la maggioranza dei quali è composta da giovani professionisti e studenti universitari.
Infatti, i nostri soci e i nostri autori si scambiano informazioni e lavorano attraverso la rete internet, creando un network di connessioni molto diffuso e capace di stimolare la ricerca e lo scambio di conoscenze su una grande molteplicità di temi e aree geografiche.

1 commento

  1. L’Armenia fu il primo paese a diventare cristiano (301 d.C.). Con gli islamici ha praticamente solo rapporti conflittuali, vedere genocidio ad opera turca o guerra del Nagorno-Karabakh con l’Azerbaigian.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci il tuo nome