utenti ip tracking
lunedì 13 Luglio 2020
More

    Speciale COVID-19

    La Germania alla testa del Consiglio dell’Unione Europea

    Analisi - Dopo i sei mesi di Presidenza del...

    Crisi politica e pandemia, il 2020 del Perù

    In 3 sorsi – Il nuovo anno a Lima...

    Serbia: si salvi chi può

    Analisi - Le elezioni parlamentari e quelle per il...

    La crisi nel Messico di AMLO minaccia Trump

    In 3 sorsi – L’epidemia di Covid-19 sta facendo...

    In breve

    • L’appuntamento del Super Martedì si è rivelato vincente per Joe Biden.
    • Secondo posto per Bernie Sanders, che ha vinto in 4 stati, tra cui la California.
    • La performance di Michael Bloomberg è stata deludente e si è ritirato dalla corsa.

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 2 min.

    Ristretto – I risultati delle votazioni nella tornata del Super Tuesday hanno determinato la vittoria di Joe Biden in 10 stati USA. Sanders si è qualificato al secondo posto, con 4 stati tra cui la California (che assegna ben 415 delegati). Vediamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

    Risultato eccellente per l’ex Vicepresidente Biden, che dopo la vittoria in South Carolina è tornato sulla cresta dell’onda, ottenendo in totale 399 delegati contro i 322 conquistati dal senatore Bernie Sanders (dati consultati alle ore 14 italiane – devono essere ancora attribuiti 536 delegati). Tra gli stati in cui Biden ha prevalso vi sono: Alabama, Virginia, North Carolina, Tennessee, Arkansas, Oklahoma, Minnesota, Massachusetts, Texas, Maine. D’altra parte, Sanders ha ricevuto il supporto di Vermont, Colorado, Utah, California. Performance deludente per Michael Bloomberg, entrato in corsa alle primarie proprio in questa occasione: l’ex Sindaco di New York ha ottenuto solo l’appoggio delle Samoa Americane, determinando quindi un fallimento non di poco conto e ottenendo nel complesso 44 delegati. “The biggest loser tonight, by far, is Mini Mike Bloomberg” (Il più grande perdente questa sera è, di gran lunga, Mini Mike Bloomberg): questo il tweet di Trump in seguito ai risultati del Super Martedì su Bloomberg. A seguire, troviamo Elizabeth Warren, che ha pochi delegati: 42 su un totale di 1.357 “state delegate equivalents”. Infine, Tulsi Gabbard è arrivata ultima con 1 delegato secondo i dati qui disponibili. È stato quindi un vero e proprio tête-à-tête Sanders vs. Biden, come avevamo preannunciato.

    Il vero sconfitto di questa elezione risulta essere il magnate Bloomberg che, entrato tardi nella corsa alla nomination democratica, ha vinto solo nelle isole di Samoa: un risultato sicuramente al di sotto delle sue aspettative. A ciò ha fatto seguito l’annuncio del suo ritiro e l’appoggio a Joe Biden. Anche Warren non è messa bene dopo questa tornata.

    Da segnalare che prima di vincere nei 10 stati sopra menzionati, Biden aveva ricevuto l’endorsement da parte dei candidati Buttigieg e Klobuchar, che si sono ritirati in seguito agli scarsi risultati delle primarie dem in South Carolina. Dal video-commento di Biden su Twitter: “Abbiamo avuto un grandioso Super Martedì. Adesso è il momento di focalizzarci sulla sconfitta Donald Trump”.

    Marta Annalisa Savino

    Immagine “Joe Biden Rally at Hiatt Middle School” by Phil Roeder is licensed under CC BY

    Marta Annalisa Savino

    Laureata magistrale in “Relazioni internazionali” presso l’Università degli Studi di Milano, analista presso “Il Caffè Geopolitico” con focus sul Nord America, Direttore della divisione Academy nella no-profit “Mondo Internazionale”. Appassionata di viaggi, scrittura, analisi di temi di carattere geopolitico, lingue: inglese, francese e spagnolo.

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite