statistiche free
giovedì 27 Febbraio 2020
More

    Dall’Austria un esempio per l’Unione Europea?

    In 3 sorsi - Vienna ha un nuovo Governo...

    Il Libano in rivolta: crisi di legittimità e collasso economico

    Analisi - La thawra - rivoluzione - libanese...

    Associati al 2020 del Caffè

    Il Washington Post dopo l'elezione di Donald Trump alla...

    L’Afghanistan post-elezioni: ansie o speranze?

    In 3 sorsi - Nonostante i negoziati con...

    I missili di Teheran

    In breve

    Dove si trova

    Puoi leggerlo in 1 min.

    Dopo l’attacco alle due basi statunitensi in Iraq, seguito all’uccisione di Soleimani, si riparla della capacità missilistica di Teheran.

    L’Iran ha sviluppato negli anni una discreta capacità missilistica che permette al Paese di mettere sotto tiro tutti gli Stati nell’area. Alcuni sistemi poi, della classe dei missili balistici a medio raggio, sarebbero in grado di raggiungere il territorio dell’Unione Europea.

    Missili operativi

    Shahab-1
    Classe: SRBM (missile balistico a corto raggio)
    Gittata massima: 285-330 km
    Propulsione: propellente liquido
    Tipo di testata trasportabile: esplosiva ad alto potenziale (HE), chimica, biologica, nucleare*

    Qiam-1
    Classe: SRBM
    Gittata massima: 700-800 km
    Propulsione: propellente liquido
    Tipo di testata trasportabile: HE, munizioni a grappolo, nucleare (possibile)*

    Zolfaghar
    Classe: SRBM
    Gittata massima: 700 km
    Propulsione: propellente solido
    Tipo di testata trasportabile: He, munizioni a grappolo

    Shahab-2
    Classe: SRBM
    Gittata massima: 500 km
    Propulsione: propellente liquido
    Tipo di testata trasportabile: HE

    Fateh-110
    Classe: SRBM
    Gittata massima: 200-300 km
    Propulsione: propellente solido
    Tipo di testata trasportabile: HE, chimica, munizioni a grappolo

    Tondar 69
    Classe: SRBM
    Gittata massima: 150 km
    Propulsione: propellente solido
    Tipo di testata trasportabile: HE

    Ra’ad
    Classe: cruise (da crociera)
    Gittata massima: 350 km
    Propulsione: turbogetto a propellente solido
    Tipo di testata trasportabile: HE

    Sejjil
    Classe: MRBM (missile balistico a medio raggio)
    Gittata massima: 2.000 km
    Propulsione: propellente solido
    Tipo di testata: HE, nucleare*

    Shahab-3
    Classe: MRBM
    Gittata massima: 1.300 km
    Propulsione: propellente liquido
    Tipo di testata: HE, chimica, munizioni a grappolo, nucleare*

    Soumar**
    Classe: cruise
    Gittata massima: 2.000-3.000 km
    Propulsione: propellente solido
    Tipo di testata: convenzionale, nucleare (possibile)

    Embed from Getty Images

    Missili in via di sviluppo

    Khorramshar
    Classe: MRBM
    Gittata massima: 2.000 km
    Propulsione: propellente liquido
    Tipo di testata: HE, munizioni a grappolo

    Emad (variante Shahab-3)
    Classe: MRBM
    Gittata massima: 1.700 km
    Propusione: propellente liquido
    Tipo di testata: HE, chimica, munizioni a grappolo, nucleare*

    Ghadr (variante Shahab-3)
    Classe: MRBM
    Gittata massima: 1.950 km
    Propulsione: propellente liquido (primo stadio) e solido (secondo stadio)
    Tipo di testata: HE, chimica, minizioni a grappolo, nucleare*

    *Per nucleare si intende la capacità del vettore di trasportare una testata di questo tipo, l’Iran non possiede, al momento, ordigni nucleari.

    **Il missile cruise Soumar si presume operativo.

    I dati sono presi da https://missilethreat.csis.org/

    Emiliano Battisti

    Emiliano Battisti
    Emiliano Battisti

    Sono nato a Roma nel 1986 e ho conseguito la laurea triennale in Scienze Politiche e quella specialistica in Relazioni Internazionali presso la LUISS Guido Carli. Dopo due esperienze in Ambasciate come stagista (presso quella italiana a Washington e presso quella statunitense a Roma) ho collaborato con l’Istituto Affari Internazionali a Roma e con il Centro Militare di Studi Strategici. Ho un Master in Istituzioni e Politiche Spaziali e uno in Giornalismo e Giornalismo Radiotelevisivo. Scrivo per Il Caffè Geopolitico dal settembre 2013 iniziando con Miscela Strategica dove mi sono occupato (e mi occupo) di spazio, difesa antimissile e velivoli militari. Inoltre, analizzo i teatri di crisi internazionale. Attualmente sono responsabile dell’Ufficio Stampa, del coordinamento dei Social Media e del desk Nord America oltre ad aver creato il desk spaziale AstroCaffè.

    Ti potrebbe interessareCORRELATI
    Letture suggerite