contatore visite gratuito
In evidenza
Home - Aree geografiche - Europa (pagina 4)

Europa

dicembre, 2016

novembre, 2016

  • 30 novembre

    Verso la Ministeriale ESA 2016

    AstroCaffè – Il 1 e 2 dicembre si terrà a Lucerna, Svizzera, la Conferenza Ministeriale dell’Agenzia spaziale europea, incontro biennale di vertice per definire periodicamente le strategie dell’ESA

  • 23 novembre

    L’economia russa, tra crisi energetica e sanzioni

    Per comprendere in profondità la crisi economica che ha colpito la Russia a partire dal 2014, è necessario fare anche (e soprattutto) riferimento al cambiamento del suo ruolo nello scacchiere internazionale negli ultimi anni

  • 21 novembre

    Cipro sull’orlo della riunificazione

    Si respira un’aria da “Ora o mai più” sull’Isola di Afrodite: entro la fine del 2016, i due Governi che si sono contesi la sovranità di Cipro per oltre quarant’anni vorrebbero arrivare ad un accordo di pace; si tratterebbe della necessaria premessa alla nascita di uno Stato federale unificato ma fortemente “bicefalo”. Gli esiti delle trattative non sono affatto scontati, e la situazione regionale non aiuta

  • 21 novembre

    Francia: le primarie della destra e del centro

    In 3 sorsi –  Per la prima volta il candidato alle elezioni presidenziali in Francia per lo schieramento della destra e del centro sarà scelto con il metodo delle primarie aperte. In attesa del risultato finale – il secondo turno di votazioni avrà luogo la prossima domenica – vediamo com’è andato il primo turno

  • 17 novembre

    “Fortress Europe” Come procede il Piano d’Azione UE-Turchia? (I)

    In 3 sorsi – «Nei suoi incessanti tentativi di impedire gli ingressi irregolari in Europa, l’Unione europea si è ostinata a rappresentare quanto sta accadendo in Turchia in modo del tutto diverso. È probabile che il nuovo sistema d’asilo, nel Paese che ospita il più ampio numero di rifugiati al mondo, farà fatica a funzionare. Se da un lato è importante sostenere e incoraggiare la Turchia a dotarsi di un sistema d’asilo perfettamente funzionante, l’Unione europea non può comportarsi come se quel sistema fosse già in vigore» – John Dalhuisen, direttore di Amnesty International per l’Europa

  • 14 novembre

    Brexit: parola a Westminster

    In 3 sorsi – La sentenza dell’High Court of Justice ha dato ragione a Gina Miller, rimettendo nelle mani del Parlamento britannico il potere decisionale in campo Brexit. Questo, almeno teoricamente, potrebbe fortemente influenzare le modalità del processo di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea

  • 11 novembre

    Estonia: dimissioni del Primo Ministro

    Il Primo Ministro dell’Estonia si è dimesso. Si va verso un nuovo Governo che potrebbe cambiare i rapporti del Paese verso la NATO e la Russia

  • 10 novembre

    Grexit scongiurata. E la crisi? (5)

    In 3 sorsi – In un momento in cui l’Europa è in discussione sotto più aspetti, torna nell’agenda di settembre il terzo piano di aiuti alla Grecia. Alle pesanti sollecitazioni dell’Unione europea al rispetto dei patti e alle rassicurazioni di Atene, si aggiungono le considerazioni e i consigli del Fondo monetario internazionale. Intanto Alexis Tsipras può aggiungere nell’elenco degli “alleati” la Francia

  • 10 novembre

    Putin e l’ortodossia come rinnovato strumento di politica estera

    In 3 sorsi – Il rapporto tra potere temporale e spirituale è da sempre stato una variabile importante per la Russia. Dopo la fine del comunismo e il liberalismo di Eltsin, deciso a concedere più libertà religiosa ma senza sacrificare l’idea di uno Stato laico, la fede ortodossa è tornata con Putin a ricoprire un ruolo centrale all’interno della politica sia interna che estera russa, fenomeno dato soprattutto da un processo di istituzionalizzazione della Chiesa ortodossa russa (COR), che diventa uno dei principali attori politici della Russia putiniana. Ispirandosi a vecchi retaggi imperiali, dal 2000 il Presidente russo rispolvera infatti il concetto di ortodossia per promuovere gli interessi del proprio Stato tanto nel vicino quanto nel lontano estero