contatore visite gratuito
In evidenza
Home - Eventi - Cittadini del mondo - Ritorna Cittadini del Mondo

Ritorna Cittadini del Mondo

Sta per iniziare la seconda edizione del percorso di approfondimento socio-politico Cittadini del Mondo, organizzato dal Caffè a Seregno, rivolto principalmente ai giovani

Il ciclo di incontri organizzato a Seregno (MB) da Il Caffè Geopolitico, in collaborazione con il Circolo Culturale San Giuseppe, sta per ricominciare. Quest’anno le serate saranno sette (contro le cinque dello scorso anno). La prima tratterà la questione dell’attendibilità delle fonti, tematica sempre più rilevante in quella che è stata definita l’era delle post-verità. Saranno presenti come relatori Pietro Costanzo e Alberto Rossi, rispettivamente Segretario Generale e Presidente de Il Caffè Geopolitico. Quest’anno il percorso ha inoltre ottenuto il patrocinio della Città di Seregno.

Il target a cui il percorso è rivolto sono soprattutto i giovani in età universitaria e coloro che si avvicinano al mondo del lavoro per la prima volta. Rispetto allo scorso anno, abbiamo avuto anche un occhio di riguardo per gli studenti del triennio della scuola superiore: l’attestato rilasciato alla fine del percorso sarà valido in alcune scuole per il riconoscimento del credito formativo. L’obiettivo del percorso è portare i giovani a sviluppare una maggiore consapevolezza nell’affrontare questioni politiche e sociali: poiché la politica (nazionale e locale) coinvolge numerosi aspetti delle nostre vite, riteniamo sia importante parlarne e, magari, appassionarsi.
All’attendibilità delle fonti seguirà la tematica della sicurezza alimentare. Saranno inoltre ripresi, anche se in una chiave di lettura differente rispetto allo scorso anno, i temi di Islam e Jihad. Nel percorso di quest’anno avrà un peso rilevante il tema dell’Europa, a cui saranno dedicati due incontri: il primo tratterà dei problemi che interessano l’Unione come progetto politico e delle sfide che si prospettano per essa dopo la Brexit. Nel secondo incontro in cui si parlerà di Europa (ossia il quinto, quello del 26 aprile) sarà data una maggiore salienza alle questioni economiche: sarà affrontata la dicotomia austerity-deficit spending e si parlerà inoltre di cosa possono significare i fondi europei per le singole città. Negli ultimi due incontri si parlerà di periferie e welfare.
L’anno scorso ci sono stati una media di settanta presenti a ciascun incontro. La speranza è che quest’anno ci siano risultati altrettanto buoni, se non migliori. Il primo incontro si terrà mercoledì 18 gennaio alle ore 21.

Luca Lissoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *