contatore visite gratuito
Home - Gli speciali - 7 giorni in un "ristretto" - Questa settimana nel mondo – 22 Novembre
logo-7-giorni-2016-22-nov

Questa settimana nel mondo – 22 Novembre

7 giorni in un ristretto: eventi, incontri, ricorrenze da tenere d’occhio


Non solo quanto riportato nella nostra presentazione, ma tanti altri avvenimenti caratterizzeranno la prossima settimana geopolitica. Ecco quelli che riteniamo più importanti, classificati a seconda delle tematiche care ai lettori del Caffè Geopolitico.

Europa:

  • 21 novembre: il Presidente Egiziano Abdel Fattah al-Sisi è in visita in Portogallo
  • 22-26 novembre: presso la Nuova Fiera di Roma si svolgerà l’Iran Country Presentation. L’esposizione è stata ideata per far conoscere alle aziende e agli imprenditori italiani le possibilità di scambio economico con l’Iran e per promuovere la conoscenza del Paese anche da un punto di vista artistico, culturale, turistico e gastronomico
  • 27 novembre: in Svizzera si terrà il referendum “Per un’uscita pianificata dal nucleare”. I cittadini della Confederazione Elvetica saranno infatti chiamati alle urne per esprimersi sul quesito referendario che propone di spegnere tutti gli impianti non oltre 45 anni dopo la loro messa in esercizio

Medio Oriente e Africa:

  • 21 novembre: la 62esima sessione annuale della Assemblea Parlamentare della NATO si conclude a Istanbul.
  • 21-23 novembre: i delegati dell’Unione Africana si incontrano in Camerun per discutere di diritti umani in Africa, con particolare attenzione al tema dei diritti delle donne.
  • 25 novembre: il Parlamento iracheno voterà se garantire alle Forze di Mobilitazione Popolare Sciita il pieno status giuridico, conferendo a loro l’immunità.
  • 26 novembre: in Kuwait si tengono le elezioni parlamentari.
  • 26-28 novembre: rappresentanti del settore energetico russo si incontrano con alti rappresentanti dell’OPEC a Vienna, in vista del prossimo vertice tra i paesi membri dell’OPEC il 30 novembre.
  • 26-28 novembre: in Madagascar si terrà il Vertice Internazionale dei Paesi Francofoni. Il vertice rappresenta paesi e regioni nel mondo in cui il francese è la lingua madre e dove una significativa porzione della popolazione è francofona, o dove vi è una particolare vicinanza con la cultura francese. Il vertice, che si tiene ogni due anni, è un’occasione per i leader dei paesi francofoni per riunirsi e discutere delle problematiche internazionali del momento e ha come principale obiettivo quello di sviluppare strategie per assicurare all’organizzazione un’influenza sulla scena mondiale.
  • 27 novembre: il Re marocchino Mohammad VI sarà in visita in Etiopia.

Russia – Asia Centrale:

  • 22 novembre: il Presidente russo Vladimir Putin si incontra con il suo omologo bielorusso Aleksandr Lukashenko.
  • 22 – 25 novembre: il Ministro degli Esteri kazaco Erlan Idrissov visiterà il Tajikistan.
  • 25 novembre: la Commissione Europea si incontrerà con alti ufficiali russi per stabilire se la Mosca accetterà la proposta della EU di moderare le trattative riguardo a Gas naturale tra Ucraina e Russia.

Asia e Pacifico:

  • 22 novembre: il Governo del Giappone e della Corea del Sud decideranno se approvare l’accordo sulla Sicurezza Generale delle Informazioni Militari.
  • 23-27 novembre: il Re della Giordania Abd Allah II sarà in visita in Australia.
  • 27: il Governo Pakistano annuncerà il prossimo capo delle forze militari del Paese, il cui attuale lascerà l’incarico il 29 novembre.

Americhe:

  • 21 novembre: il Governo colombiano incontra i rappresentanti dei partiti politici del Paese che si sono schierati contro l’accordo di pace siglato dal governo con le FARC.
  • 21 novembre: il Presidente Giapponese Abe sarà in visita dal Presidente Macri a Buenos Aires, Argentina.
  • 26 novembre: in Colombia i leader del FARC parleranno a Cali, scusandosi per l’assassinio di 11 giudici nel 2007. L’iniziativa dei leader del FARC si inserisce nello storico accordo di Pace siglato con il Governo Colombiano. L’accordo prevede la fine di ogni tipo di conflitto tra il Paese e le FARC, ma in cambio i ribelli parteciperanno alle prossime elezioni parlamentari nel 2018 e sarà a loro garantito un minimo di 10 seggi in Parlamento per i loro primi due periodi legislativi.

Per la nostra rassegna, abbiamo consultato per voi le seguenti fonti:

Siti di informazione

  • Aljazeera english
  • Anadolu Agency
  • Ansa.it
  • Ansamed.it
  • Arabpress
  • BBC
  • EMM News Explorer
  • EU business.com
  • Euronews
  • Foreign Affairs
  • Foreign Policy
  • IMF direct – IMF blog
  • Kenya News
  • News Brief – emm.newsbrief.eu
  • Reuters
  • Ria Novosti
  • Sustainabledevelopment.un.org
  • The Economist
  • The New York Times
  • The Japan Times
  • Tunisian agency press
  • Washington Post

Think Tanks

  • Carnagie Europe
  • Chatham House
  • Council on Foreign Relations
  • Horizon-Hozint
  • International Institute for Sustainable Development
  • Il Politico – Politics, Policy, Political News
  • ISN- International Relations and Security Network
  • ISPI
  • Le monde diplomatique
  • National democratic institute- Global elections calendar
  • Project syndacate
  • Stratfor
  • Wilson Center
  • World Affairs
  • World Politics Review
  • World Review

Istituzioni

  • Arab League
  • ASEAN
  • Aviasalon- MAKS 2015
  • Azione esterna – Unione europea
  • Consiglio Europeo
  • European Commission (and DG Trade)
  • European Central Bank
  • FAO
  • Grand Duchy of Luxemburg – Presidency of the Council of the European Union
  • International Monetary Fund
  • Ministry of Defence of Ukraine
  • Ministry of Defence of Russian Federation
  • ONU
  • Parlamento europeo
  • Rappresentanza in Italia Commissione europea
  • UNDA
  • UNRIC

A cura di Riccardo Bifari

Laureato in Scienze Politiche in Cattolica a Milano, ho avuto l’opportunità di collaborare con una NGO di Milano con relativo volontariato a Kolkata, India e con Pagella Politica. Tornato in Italia, ho conseguito un Master in International Relations ad ASERI. Amo i libri e il cinema, dai quali non mi separo quasi mai, e poi la passione per le relazioni internazionali mi ha fatto incontrare il Caffè…
0 comments