contatore visite gratuito
Home - Eventi - Cittadini del mondo - Cittadini del mondo
Logo Seregno 2016

Cittadini del mondo

Inizia lunedì 21 marzo a Seregno (MB) un ciclo di cinque incontri di approfondimento socio-politico organizzato dal Caffè e rivolto ad un target di giovani. Qui tutte le info su programmi e modalità di iscrizione

PERCHÉ – Se noi non ci occupiamo della politica, la politica (locale, nazionale, internazionale) si occupa di noi: e allora per questo pensiamo valga la pena discuterne e – perchè no – anche appassionarcisi.

PER CHI – L’iniziativa è rivolta principalmente ai giovani in età universitaria o che si stanno avvicinando al mondo del lavoro.

QUANDO E DOVE – Gli incontri si terranno alle ore 21 presso Sala Minoretti, via Cavour 25 (Circolo culturale S.Giuseppe, Seregno)

Per iscriversi al percorso occorre mandare una mail a [email protected] L’iscrizione è gratuita, e prevede la partecipazione a tutto il ciclo di incontri (Scarica qui il programma completo). Per prendere parte ad una singola serata occorre farne specifica richiesta via mail. Prima di ogni incontro verrà girato agli iscritti un volantino con programma e nomi dei relatori. Alla fine del percorso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Social media infographic flyer

  • Lunedì 21 marzo – Dopo Parigi: alle radici del jihadismo globale – Relatore: Alberto Rossi, Presidente Il Caffè Geopolitico
    Un atto di terrorismo è una azione criminale e violenta con uno scopo preciso: causare paura, terrore, in un determinato gruppo di persone, per conseguire obiettivi politici. Non si colpiscono le istituzioni in primo luogo, ma la vita delle persone. Dopo gli attentati di Parigi, si può parlare di scontro di civiltà? Cosa si intende per home-grown terrorism e foreign fighters? Quali scenari oggi all’interno dell’Islam? E l’Occidente cosa deve fare, rispondere con la diplomazia o con le armi?
    Scarica qui il volantino
  • Lunedì 11 aprile – Le sfide dell’integrazione. I flussi dei migranti e le risposte europee – Relatori: Alberto Rossi, Presidente Il Caffè Geopolitico; Gabriele Moretto, Responsabile Caritas Cittadina di Seregno; Davide Massaro, Coordinatore Centro di Ascolto Caritas di Seregno; Paolo Favari, Responsabile struttura Piccolo Don Orione di Seregno 
    Soprattutto per quanto sta accadendo nella sponda Sud del Mediterraneo, in Medio Oriente e in Africa, il tema dei rifugiati e dell’immigrazione è centrale nel dibattito politico italiano ed europeo. Proviamo a fare chiarezza: c’è una “invasione” in corso? Quali differenze fra immigrati, rifugiati e profughi? Quali sono i flussi? E’ possibile gestire o fermare i flussi verso Italia o Europa, e con quali conseguenze/effetti? E dunque, cosa davvero si può fare, anche a Seregno e a livello locale?
    Scarica qui il volantino
  • Lunedì 2 maggio – Le mafie, nel mondo e tra noi – Relatori: Pietro Costanzo, Segretario Generale Il Caffè Geopolitico; Giampiero Rossi, giornalista Corriere della Sera e autore del libro “La regola – giorno per giorno la ‘ndrangheta in Lombardia”; Valerio d’Ippolito, referente Libera Monza e Brianza; Giorgio Garofalo, membro Brianza SiCura; Silvia Corbetta, gruppo organizzatore “Cittadini del Mondo” 
    “Se la gioventù le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo” (Paolo Borsellino)
    Scarica qui il volantino
  • Lunedì 23 maggio – Politica, ci vuole energia! Le politiche energetiche dal globale al locale  Relatori: Beniamino Franceschini, Analista senior e Coordinatore gruppo Africa Il Caffè Geopolitico; Massimo Borgato, Presidente Gelsia Ambiente; Emanuele Tagliabue, Assessore comune Cantù, progetto “I guardiani della luce”
    In un mondo che cambia velocemente, parliamo di energia utilizzando gli stessi paradigmi e concetti di 20-30 anni fa. Ma tra nuove scoperte e strategie quest’ambito è cambiato, così come la partita che si gioca a livello globale. Le novità tecnologiche permettono ora di cercare e trovare risorse là dove mai si era cercato prima, o di sfruttare quelle che prima apparivano inutilizzabili perché troppo costose. Cosa comporta questo, sia a livello globale che locale? Cosa c’entra con noi?
    Scarica qui il volantino

 

0 comments